Guida all'acquisto

Il set di coltelli perfetto

Dalla carne al pesce, dalle verdure al pane, è proprio il caso di dirlo: ad ogni coltello il suo alimento! Tra pentole e fornelli, in cucina è bene partire col piede giusto e avere tutto ciò che serve a portata di mano ... o meglio, di coltello!

Ne esistono di tante tipologie, dimensioni, materiali e in cucina non possono assolutamente mancare: sono i coltelli! Preziosi alleati di chi ama destreggiarsi tra pentole e fornelli, sono gli strumenti indispensabili di ogni cuoco, professionista o alle prime armi che sia. Sceglierli è davvero un'arte, e per questo abbiamo deciso di fornirti utili e pratici consigli per orientarti in questo mondo!

Come scegliere i coltelli giusti
I materiali, gli usi e ... qualche piccolo consiglio!

I materiali, gli usi e ... qualche piccolo consiglio!

A prima vista potranno sembrare tutti uguali, ma in realtà ognuno di loro possiede caratteristiche specifiche per usi e scopi ben precisi. Dunque come scegliere i coltelli giusti, quelli essenziali che non possono assolutamente mancare nel nostro set? Partiamo dall’abc.

Ogni coltello è generalmente composto da tre parti principali: il manico, che deve essere antiscivolo e anatomico; la lama, ovvero l’intera superficie tagliente del coltello, a sua volta composta dal dorso (la parte superiore) e il filo (la parte inferiore) che può essere dentellato, liscio, ondulato o scanalato. Infine il nodo, collocato tra lama e manico, che fornisce equilibrio e peso al coltello.

Nella scelta, presta attenzione ai materiali con cui vengono realizzati manico e lama, poiché conferiscono ad ogni coltello qualità particolari: i manici possono essere in legno, plastica o in acciaio inox. I migliori sono quelli in legno rivestito di plastica: resistono al calore, sono pratici e si puliscono facilmente. La lama può essere in acciaio inox oppure in ceramica: le prime sono resistenti, facili da pulire ma da affilare spesso; le seconde sono leggere e maneggevoli, mantengono la lama affilata per molto tempo e non assorbono i sapori dei cibi. Sono però più sensibili, essendo la ceramica facilmente scheggiabile.

È importante servirsi di coltelli specifici per ogni tipologia di alimenti ed evitare di usarli per tagliare carta, spago o altri materiali, perché potrebbero rovinarsi facilmente; in questo speciale potrai trovare quelli adatti per ogni categoria!

Infine, ricorda: se non sei ancora molto pratico, punta sulla precisione piuttosto che sulla velocità: sarà questione di allenamento!

I coltelli da pane
Robusti e seghettati

Robusti e seghettati

Per tagliare correttamente il pane a fette, un coltello con una lama lunga e seghettata è perfetto: le dentellature romperanno la crosta esterna croccante, senza rovinarla e sbriciolarla, e preserveranno la parte interna, morbida e soffice. Inoltre, il coltello da pane consente un taglio continuo, sia in avanti e che indietro.

I pregi di questi coltelli? Affettano senza schiacciare il pane e richiedono un'affilatura poco frequente. Presentano una lama molto lunga che, grazia alla saldatura, è un tutt'uno con l'impugnatura: questo consente una più facile pulizia.

I coltelli da pesce
Maneggevoli e affilati Guarda

Maneggevoli e affilati

Pulire il pesce può sembrare una sfida, ma con gli strumenti adatti e le mosse giuste, potrai sbizzarrirti e realizzare gustosi manicaretti per portare in tavola tutta la freschezza del mare. A seconda della tipologia del pesce che intendi cucinare, dai pesci piatti ai molluschi, e a seconda del tipo di taglio, ti occorreranno i coltelli adeguati; ecco quali utilizzare:

Coltelli da cucina: ceramica o acciaio?

Scegliere i coltelli comporta una valutazione non solo i modelli per le differenti tipologie di alimenti, ma anche una attenta e corretta conoscenza dei materiali con cui sono realizzati. I manici dei coltelli possono essere in legno, plastica o in acciaio inox. La lama (eccetto per il coltello da polenta realizzato interamente in legno) può essere in acciaio inox, resistente, facile da pulire, ma da affilare spesso oppure in ceramica: leggere e maneggevoli, mantengono la lama affilata per molto tempo, non assorbono i sapori dei cibi, ma sono più delicate.

I coltelli da carne

Coltelli da cucina: le diverse tipologie

Per ogni alimento il suo coltello! I coltelli da pane hanno una lama lunga e seghettata, le cui dentellature rompono la crosta esterna del pane senza sbriciolarla; consentono un taglio continuo e richiedono un'affilatura poco frequente. I coltelli da pesce si dividono in: coltelli per sfilettare, con lama particolarmente fine e punta sottile che permette di separare la spina dorsale dai filetti in modo agevole; coltelli apriostriche, dotati di punta molto corta e poco profonda per separare le valve senza rovinare l'interno. Se ami il sushi, il coltello da salmone è quello che cerchi: grazie agli alveoli, il salmone eviterà di attaccarsi alla superficie della lama. Per la carne: i coltelli da disosso con la loro lama corta e spessa affilano e puliscono la carne senza danneggiare i tessuti. I coltelli per arrosto hanno una lama lunga e stretta che serve per tagliare la carne cotta senza romperla. Per gli insaccati puoi optare per i coltelli per salumi: per il prosciutto un coltello lungo e flessibile, per il salame un coltello con lama larga, rigida e con un filo molto tagliente. Per frutta e verdura ecco gli spelucchini che, grazie alla loro dimensione molto ridotta, consentono un taglio molto preciso e i coltelli Santoku, detti anche all'orientale. Per trirare erbe aromatiche e verdure le mezzelune sono perfette con le loro due impugnature e lama ricurva. I coltelli da agrumi presentano una doppia lama per infilzare la frutta dopo il taglio: si possono usare per aperitivi, per decorare piatti e cocktail. Non riesci a rinunciare ai formaggi? Per il Grana ecco l'apposito coltello a goccia con impugnatura a pomello per tagliare e per ottenere scaglie, i coltelli a due punte per formaggi a pasta semidura e i coltelli per formaggi freschi e a pasta molle, con lama bassa e forata, pensati per evitare che il formaggio si attacchi alla lama. Per altri usi: coltelli in legno per polenta, per tagliarla e accompagnarla nel servizio a tavola, i coltelli elettrici per tagliare con il minimo sforzo, i coltelli per surgelati con dentellature molto pronunciate e lama resistente, infine, i coltelli per pasta con lama ampia e piatta.

I coltelli da frutta e verdura
Per tagliare e sminuzzare

Per tagliare e sminuzzare

Che siano a bastoncino, a julienne o a semplici rondelle, frutta e verdura colorano i nostri piatti con bontà e semplicità. Per frutta e ortaggi serviranno coltelli leggeri ma molto affilati, per consentire un taglio preciso. Un consiglio su come tagliarli? Piega le dita sull'alimento e usa le nocche come guida del coltello: è un'ottimo metodo per non farsi male, ma anche per ottenere fettine molto precise.

I coltelli da formaggi
Per ogni forma e consistenza

Per ogni forma e consistenza

Per tagliare, conservare, ma soprattutto apprezzare al meglio i formaggi, è fondamentale tener conto di alcuni aspetti fondamentali: della consistenza della pasta (che può essere dura o molle), delle dimensioni della forma e delle presenza o meno della crosta, fattori che determinano la tipologia di coltello più adatto. Altrettanto importante è il movimento da effettuare per il taglio: per le paste dure servirà un taglio deciso, per quelle molli un taglio dolce e per altri tipi di formaggio (come il Grana) un taglio per ottenere scaglie.

Coltelli per tutti gli usi ... più uno!
Tutto per i tuoi coltelli
Gli accessori essenziali

Gli accessori essenziali

Se vuoi ottenere la massima prestazione dai tuoi coltelli, noi ti consigliamo gli accessori e gli utensili per mantenerli al meglio. Usa sempre i tuoi coltelli su un tagliere: questo deve essere perfettamente piatto, stabile, pulito e di dimensioni adeguate alle operazioni che devi svolgere. Il legno e la plastica sono i due materiali principali: i secondi hanno uno spessore minore rispetto ai taglieri in legno, sono più igienici e durano più a lungo nel tempo.

Verifica periodicamente che la lama sia affilata: per farlo, ti basterà affettare un pomodoro e controllare che la lama entri dritta nella polpa, senza che schiacci l’ortaggio. Affila il filo regolarmente con un affilacoltelli oppure con una pietra apposita. Gli affilacoltelli devono essere usati appoggiandoli in verticale su un tagliere. La lama del coltello dovrà essere posizionata appena sotto il manico dell'affilacoltelli ad un'angolazione di 20°, e dovrà essere passata per 3-4 volte.

Lava sempre i tuoi coltelli a mano, evitando di lasciarli in ammollo: sciacquali con un po' di acqua tiepida e una spugnetta (non abrasiva), asciugandoli immediatamente uno per uno con un panno asciutto.

Una volta puliti, non lasciare i tuoi coltelli alla rinfusa: puoi riporli in un cassetto apposito, su di un appendino magnetico oppure in un ceppo di legno: l'importante è che rimangano ben separati tra di loro; diversamente, potrebbero smussarsi.

Naviga prodotti per Collezioni
Guide e speciali
Registrati per ricevere
Anteprime, Vantaggi e Promozioni esclusive
Iscriviti a GZShop
per conoscere tutte le novità e le offerte in anteprima. Registrati

È arrivata la Timeline!

Timeline ti aiuta a ritrovare i prodotti che hai visto,
cercato o aggiunto al carrello.

E se navighi tra web e mobile, continui lo shopping
senza ricominciare da capo.

Il tuo tempo è prezioso, per questo amerai Timeline.

Continua

Continuando, attiviamo Timeline sul tuo Profilo.
Per disattivarla, vai alle Impostazioni del servizio

*Promozioni valide solo per prodotti venduti da ePRICE.
Tutti i prodotti sono venduti e spediti da ePRICE Operations S.r.l., sede legale via degli Olivetani 10/12, 20123 Milano, iscritta al Registro Imprese di Milano, n. 1698778 - PIVA 02574890121 - Copyright 2000-2017 - Tutti i diritti riservati, vietata la riproduzione anche parziale - Pick&Pay è un marchio registrato di ePRICE. Informazioni e condizioni soggette a variazioni senza preavviso.
(*) Corrisponde al 'prezzo di listino al pubblico' indicatoci dal produttore o fornitore. Può darti un'indicazione del valore del prodotto, ma in alcuni negozi il prezzo effettivo potrebbe risultare più basso.